Tutto sulla salute umana

Diagnosi e trattamento delle malattie

Irritazione delle strutture diencefaliche e corticali del cervello, che cos’è, sintomi, trattamento

Content:

Irritazione delle strutture diencefaliche e corticali del cervello, che cos'è, sintomi, trattamento
Irritazione delle strutture diencefaliche e corticali del cervello: che cos’è, sintomi, trattamento L’irritazione della corteccia e delle strutture profonde diencefaliche del cervello può verificarsi a causa di varie malattie del sistema nervoso centrale: sintomi di irritazione, trattamento e conseguenze.

Irritazione della corteccia e delle strutture diencefaliche del cervello: sintomi e trattamento

L’irritazione non è una malattia indipendente, ma indica semplicemente altri disturbi nel lavoro del sistema nervoso centrale e del cervello (tumori, infezioni, circolazione sanguigna o disturbi metabolici).

Cosa causa irritazione al cervello?

L’irritazione delle strutture cerebrali può verificarsi in pazienti di qualsiasi età, negli adulti e nei bambini. Le ragioni che possono causare l’irrazione di diverse parti del cervello possono essere diverse:

  • malattie infettive (influenza, malaria, reumatismi e altri);
  • formazioni tumorali (maligne o benigne);
  • disordini metabolici;
  • fallimento costituzionale dell’area irritata;
  • problemi con la circolazione del sangue a causa di vari motivi: aterosclerosi, lesioni alla testa, aumento della pressione intracranica.

Tra le altre cose, altri fattori avversi possono aggravare la situazione: uso di alcool, abuso fiscale e tossicodipendenza, scarsa ecologia, rischi professionali, vari fattori psicogeni (stress, grave stress mentale, situazioni di shock).

I cambiamenti ormonali durante la gravidanza e l’allattamento possono anche influenzare negativamente il danno cerebrale già esistente.

Sintomi di lesioni di diversi reparti

A seconda di dove si trova la zona di irritazione, compaiono alcuni sintomi.

L’irritazione può apparire nella sottocorticale o nella corteccia degli emisferi cerebrali.

La subcortex include aree diencefaliche:

  • gambo (questi includono il tronco, il diencefalo, le divisioni mediobasali dei lobi frontali e temporali della corteccia);
  • mediano (corpo calloso, pareti del terzo ventricolo, epifisi, sistema limbico, che ha una struttura anatomica complessa).
READ  Sintomi della sindrome neurolettica maligna, trattamento, prevenzione

Tale divisione è molto condizionale, dal momento che alcuni dipartimenti appartengono a un’area e l’altra.

La sconfitta dei reparti corticali

L’irritazione della corteccia cerebrale è più spesso manifestata da episindrom e altri disturbi. I sintomi dipendono da dove si trova l’irritazione:

  1. Parte posteriore della parte centrale frontale. In questo caso, caratterizzato da attacchi con prese oculari contratte, la testa.
  2. Campo avverso. Tale irritazione di solito si manifesta sotto forma di convulsioni dal lato opposto del corpo al punto focale patologico. Una persona perde la coscienza all’inizio di un attacco.
  3. Area opercolare. Con la sua sconfitta, una persona ha i cosiddetti attacchi opercolari. 8212; schiaffi incontrollati, masticare, leccare e masticare.
  4. Giro centrale. L’epipristup in questo caso inizia a svilupparsi nei muscoli delle gambe e delle braccia, e poi aumenta. Può essere accompagnato da perdita di coscienza.
  5. Giro centrale posteriore. Questo tipo di disturbo è caratterizzato da epilessia sensibile. Inoltre, il lato del busto opposto all’area patologica di una lesione diventa insensibile, ci sono spiacevoli sensazioni di formicolio (la cosiddetta parestesia). Un simile attacco può intensificare e coprire anche le zone vicine del corpo.
  6. Lobo occipitale. Quando irritato in questo campo, ci sono convulsioni con i giri delle prese e la testa nella direzione opposta, è possibile un comune attacco epilettico. Le allucinazioni non sono rare quando un paziente vede lampi di luce, scintille e fulmini.
  7. Lobo temporale. Le violazioni in esso sono caratterizzate da allucinazioni dell’udito e dell’olfatto. Spesso c’è una perdita di coscienza a breve termine. Il sintomo del segnale può servire come una forte sensazione di irrealtà, o, al contrario, lo stato di “deja-vu”.
  8. Lobo frontale. I sintomi della sua irritazione sono movimenti involontari di presa. Il paziente acquisisce automaticamente un oggetto che tocca il palmo della mano. Raramente, questa patologia si sviluppa in una forma più complessa quando gli oggetti che appaiono davanti ai tuoi occhi sono stretti.
  9. Cranial fossa (PC). Quando l’irritazione si verifica nella fossa cranica anteriore, l’olfatto e la vista sono disturbati. Se i cambiamenti hanno interessato il retro del CHI, l’udito e l’olfatto sono i primi a soffrire, la sensibilità del viso è disturbata. Ci può essere un doloroso tic e oftalmoparesi se c’è un danno nel centro del CHI.
  10. Appendice cerebrale. È difficile non notare un disturbo in questa area del cervello. Dopo tutto, i loro sintomi sono molto pronunciati: il naso e la lingua aumentano di dimensioni. Anche osservato patologia genitale, eccesso di peso.
READ  Sintomi di tremore intenzionale (tremore) e trattamento di malattie

Segni di irritazione della struttura cerebrale diencefalica

Segni di irritazione della struttura cerebrale diencefalica

Se c’è una violazione nelle aree subcorticali del cervello, il paziente può sperimentare l’epifiscimento. Inoltre, i disturbi cognitivi (mentali) e autonomici sono inerenti a questo tipo di compromissione.

Il danneggiamento delle sezioni inferiori dello stelo porta spesso al fatto che la memoria del paziente è disturbata, l’attenzione ne risente. Ci sono problemi con il sonno.

L’irritazione delle parti centrali dell’ipotalamo ha i seguenti sintomi:

  • distonia vascolare vegetativa (VVD) con presenza di emozioni negative;
  • memoria e attenzione compromesse;
  • altre patologie di natura psicopatologica che assomigliano alla sindrome di Korsakov.

L’irritazione delle strutture del mesencefalo si manifesta con i seguenti sintomi:

  1. Con irritazione talamo il paziente ha diversi disturbi cognitivi e del linguaggio (questi processi sono reversibili) e può anche apparire una percezione distorta del proprio corpo.
  2. Se stupito grigio ipotalamo, allora il paziente ha un decadimento cognitivo generale, disorientamento spazio-temporale. Inoltre, ci può essere la cosiddetta depersonalizzazione, quando il paziente percepisce tutte le azioni personali dal lato. In generale, l’irritazione dell’ipotalamo può portare a una serie di problemi di salute non solo dal lato della neurologia: i pazienti spesso hanno tutti i tipi di malattie endocrine e ginecologiche.
  3. Se la lesione si trova in nuclei ventrolaterali del talamo, quindi violazioni della memoria a breve termine, disturbi del linguaggio. Spesso il paziente smette di riconoscere e nominare gli oggetti che lo circondano.

Se lo studio non ha mostrato segni locali di irritazione, allora è considerato diffuso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *