Tutto sulla salute umana

Diagnosi e trattamento delle malattie

Cause, trattamento, effetti di psicosi anfetaminica (stimolatoria)

Content:

Cause, trattamento, effetti di psicosi anfetaminica (stimolatoria)

Psicosi anfetaminica (stimolatoria): cause, trattamento, effetti La psicosi anfetaminica (stimolatoria) è un disturbo mentale acuto che si verifica a causa dell’abuso di anfetamine e altre sostanze: sintomi, trattamento, effetti.

Psicosi anfetaminica disturbo mentale contro l’uso di psicostimolanti

Spostamenti dell’umore, delirio, allucinazioni sono caratteristici della psicosi narcotica. In assenza o trattamento ritardato, aumenta il rischio di demenza completa.

Caratteristica dello Stato

La psicosi stimolante è un disturbo mentale che si sviluppa mentre si assumono farmaci psicotropi. Nella maggior parte dei casi, la violazione si verifica quando si utilizzano grandi dosi di un farmaco. A volte si verifica anche con l’osservanza della dose prescritta dal medico.

Come risultato della patologia, si verifica l’intossicazione cerebrale. C’è una violazione della coscienza e la realtà circostante non è percepita come realmente è.

Sostanze pericolose

Tra gli altri farmaci, oltre all’anfetamina che può portare alla malattia, si distinguono:

Cause, trattamento, effetti di psicosi anfetaminica (stimolatoria)
CocainaCaffeinaMetilfenidato
Provoca la psicosi transitoria. Le persone che lo consumavano in grandi quantità avevano sintomi come allucinazioni, deliri paranoici e parassitosi della pelle d’oca.
Se assunto in grandi quantità, la psicosi può svilupparsi anche nelle persone sane. I sintomi caratteristici sono allucinazioni visive luminose, in rari casi – uditivi, si perde il senso di orientamento nello spazio. I disturbi somatici comprendono tachicardia, atassia, pelle secca, iperemia.
Stimola il sistema nervoso centrale, che porta anche alla psicosi.
Provocare la psicosi di anfetamine è capace di qualsiasi farmaco, la cui azione è volta ad aumentare le capacità mentali e fisiche per un breve periodo di tempo, eliminando lo stato di sonnolenza, stanchezza o fame.

Ci sono alcuni fattori che aumentano significativamente il rischio di psicosi narcotica. Questi includono:

  • patologie di natura fisica;
  • abuso di droghe;
  • l’adolescenza.
READ  Sintomi di demenza alcolica (demenza), trattamento e restauro del cervello e del SNC

Caratteristiche del quadro clinico

I sintomi delle anormalità sono simili alla schizofrenia paranoide. Spesso, per differenziare la malattia dagli altri, ci vuole molto tempo e un ulteriore esame del paziente.

La psicosi di anfetamine è caratterizzata dai seguenti sintomi gravemente pronunciati:

Cause, trattamento, effetti di psicosi anfetaminica (stimolatoria)
  • irritabilità;
  • frequenti sbalzi d’umore;
  • aumento dell’attività motoria;
  • allucinazioni visive e uditive;
  • delusioni paranoiche.

C’è anche una maggiore sensibilità, contro la quale si sviluppano vere allucinazioni.

Alla prima manifestazione della patologia, i sintomi non compaiono tutti, ma dopo l’uso ripetuto della sostanza narcotica, i sintomi aumentano. C’è una maggiore aggressività nei confronti di se stesso e di coloro che lo circondano, il tossicodipendente dalle anfetamine non è in grado di controllarsi.

Com’è il comportamento del paziente?

Il comportamento umano sta cambiando in modo significativo. La pignoleria, l’impossibilità di stare fermi, è nota. Il discorso diventa ripido e confuso.

C’è uno stato di panico, a causa del quale si verifica una reazione inadeguata a tutto ciò che le persone intorno a loro dicono e fanno. Durante questo periodo, ci sono difficoltà nel contatto con il paziente.

A volte una parassitosi delirante può verificarsi quando il paziente avverte che vermi o altri piccoli parassiti strisciano sul corpo.

Quando arriva un periodo di riposo, una persona non può ricordare tutto ciò che gli è successo al momento dell’intossicazione da droghe. In questo contesto, si sviluppa uno stato depressivo, sembra al paziente che sia depresso, infranto e infelice.

Cause, trattamento, effetti di psicosi anfetaminica (stimolatoria)
Il tossicodipendente di anfetamine non vive a lungo # 8230;

Diagnosi e trattamento

Per diagnosticare una condizione patologica, un paziente viene intervistato e monitorato per il suo comportamento.

Le difficoltà nella diagnosi si verificano in presenza di psicosi da anfetamina in un paziente schizofrenico. Ciò è spiegato dal fatto che tali deviazioni sono simili nei sintomi, il che rende difficile determinare la vera causa della condizione.

Inoltre, la malattia è simile nei sintomi ad altre forme di psicosi. Tuttavia, rifiutando l’uso di una sostanza narcotica, il trattamento avviene abbastanza rapidamente e facilmente.

Le attività di trattamento iniziano con il fatto che il paziente deve abbandonare completamente il farmaco. Dopo questo, il corpo è disintossicato. La sua massima efficacia si nota nel caso in cui non sia trascorsa più di un’ora dall’ultima dose del farmaco.

Un antidoto all’anfetamina non è ancora stato sviluppato, tuttavia, un buon risultato si ottiene lavando lo stomaco e prendendo carbone attivo.

Per rimuovere il farmaco dal corpo in caso di emergenza, utilizzando il metodo di acidificazione delle urine con cloruro di ammonio. Tuttavia, va ricordato che con questo metodo aumenta il rischio di sviluppare insufficienza renale. La decisione di utilizzare questo metodo

READ  Astrocitoma anaplastico e diffuso del cervello - trattamento e prognosi

Prima che la disintossicazione sia completata, viene somministrata una terapia sintomatica, il cui compito principale è di mantenere la temperatura, la pressione e la frequenza cardiaca in condizioni normali. È possibile completare tali attività solo dopo la completa rimozione della sostanza velenosa dal corpo e il ripristino delle funzioni vitali.

Per rimuovere allucinazioni e delusioni paranoidi, vengono utilizzate le fenotiazine. L’aloperidolo o la cloropromazina sono solitamente perforate per via intramuscolare. Questi farmaci hanno lo scopo di alleviare i sintomi della psicosi, ma tali effetti collaterali come l’ipotensione posturale o la reazione extrapiramidale acuta non sono esclusi.

Con lo stato depressivo esistente, al paziente vengono prescritti antidepressivi.

Insieme alla terapia farmacologica è anche necessario un trattamento psicoterapeutico. Nessuna eccezione e cognitivo

In modo che dopo il trattamento, gli attacchi di psicosi non si ripetano, è necessario l’aiuto di uno psicologo. Conducendo vari corsi di formazione e lezioni di gruppo, gli esperti aiutano il paziente a capire che i farmaci causano solo danni alla salute e non danno il piacere promesso.

Il paziente inizia a sviluppare un senso di avversione per tali sostanze. Una persona comincia a rendersi conto che la vita è fatta di molto interessante e bella, dove non c’è posto per droghe narcotiche dannose.

Possibili conseguenze

La psicosi di anfetamine è considerata medicalmente uno stato naturale a causa dell’uso di stimolanti. Il suo sviluppo è osservato in tutte le persone che sono dipendenti da droghe. Solo tutte le manifestazioni sono diverse.

Qualche volta dopo l’assunzione di una grande dose del farmaco, si verifica l’immersione nel sonno profondo. Al risveglio il paziente ha una grave forma di depressione, che crea difficoltà nell’autocontrollo della dipendenza. Questo causa il riutilizzo del farmaco, che è accompagnato da un miglioramento dell’umore.

READ  Sintomi di disturbo di personalità anankastic, trattamento, tipo di personalità anankast

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *